Contribute Media
A thank you to everyone who has made this possible: Read More

ENVIFATE: plugin per QGIS per la valutazione del rischio di inquinamento ambientale

Description

Negli ultimi anni è cresciuto in maniera considerevole l’interesse per i fenomeni di inquinamento ambientale causati da sostanze tossiche e altre fonti di disturbo. La pericolosità di ciascuna di tali sostanze si manifesta laddove sia superata una certa soglia di concentrazione che la rende tossica. Per proteggere la salute pubblica e gli ecosistemi occorre mantenere le concentrazioni di tali inquinanti al di sotto di una soglia di sicurezza e risulta di particolare importanza essere in grado di prevedere in maniera sufficientemente attendibile le concentrazioni che si vengono a stabilire nei diversi comparti ambientali. In questo contesto, sia per le PA che per gli operatori privati, sta diventando sempre più importante poter disporre di strumenti semplici ma efficaci che consentano di effettuare analisi di screening tali da individuare le possibili criticità in quest’ambito. Il software ENVIFATE viene sviluppato nell’ambito di un progetto di ricerca ancora in corso finanziato al DICAM (Università di Trento) dalla Regione Veneto proprio per operare analisi di screening per valutare la possibilità di rischi di inquinamento ambientale nelle aree protette a seguito di pianificazione di potenziali sorgenti inquinanti. Il progetto ha previsto lo sviluppo di un’applicazione con i seguenti requisiti: i) open-source ii) multipiattaforma iii) user friendly iv) GIS oriented. Si è scelto di sviluppare una famiglia di plugin di QGIS, utilizzando un linguaggio python multipiattaforma e realizzando un modulo per ciascuna matrice ambientale considerata: fiumi, laghi, dispersione atmosferica, dispersione in falda, rumore. I plugin sono stati sviluppati a partire da una libreria di moduli lanciabili da linea di comando o da applicazioni di terze parti con un elevato livello di modularità e scalabilità. E’ così anche possibile concatenare i diversi moduli in flussi di dati personalizzati. Tutti i plugin forniscono risultati di tipo numerico e cartografico. In particolare i tool da linea di comando forniscono un risultato “statico”, ovvero collegato ad un particolare stato spaziale e temporale, mentre all’interno dei plugin il modulo viene reiterato nello spazio e nel tempo allo scopo di fornire mappe georiferite e risultati relazionati temporalmente, propedeutici alle diverse valutazioni ambientali. I futuri sviluppi del plugin ne estenderanno le funzionalità affinché verifichi quando gli effetti calcolati causino scostamenti significativi e misurabili dello status delle matrici ambientali in relazione a ciò che è tutelato. Questo in prima istanza rispetto agli habitat e alle specie della rete Natura 2000 all’interno di valutazioni di incidenza, ma anche con la prospettiva di estendere tali analisi a VIA e VAS o ad una integrazione con i Life Cycle Inventories (LCI).

Autori: Francesco Geri, Oscar Cainelli, Paolo Zatelli, Gianluca Salogni, Marco Ciolli

Improve this page